RESOCONTO DELL’INCONTRO AVVENUTO MARTEDI’ 16 AGOSTO PRESSO L’AZIENDA AGRICOLA MAZZIOTTI Km 110 SULLA CASSIA

 

            L’incontro è stato organizzato da alcuni stranieri interessati alla tutela del lago di Bolsena congiuntamente alle Associazioni di volontariato ambientalista “Lago di Bolsena” e “La Porticella”. Erano presenti oltre 40 persone di cui circa metà stranieri e metà italiani.

            Ha aperto l’incontro il Presidente dell’Associazione Lago di Bolsena Piero Bruni che ha documentato le criticità del lago che, pur essendo in accettabili condizioni qualitative, mostra un evidente trend di degrado dovuto all’eccesso d’inquinanti provenienti dal bacino.

Il trend negativo deve essere urgentemente fermato come previsto dalla direttiva 92/43/CEE e recepita con il DPR 357/97 relativa alle Zone Speciali di Conservazione (ZSC) fra le quali fa parte il lago di Bolsena. La direttiva chiede che vengano emanate misure in grado di ripristinare e mantenere l’Habitat fisico e biologico. Essendo scaduto nel 2013 il tempo per la presentazione delle misure di conservazione, la UE ha iniziato una procedura di pre-infrazione contro l’Italia (Caso EU Pilot 4999/13/ENVI) che prevede costose penali.

Per arrestare la procedura la Regione Lazio ha predisposto in gran fretta delle misure che però risultano totalmente inadeguate per ripristinare l’habitat tanto più che nel nostro caso si tratta di difficile ripristino, essendo aumentata dal 2007 ad oggi la concentrazione di fosforo totale nel lago da 8 a 14 microgrammi per litro. Il relatore ha concluso la sua presentazione con un tabulato che elenca le misure necessarie per il ripristino, oltre alla misura che vieta la geotermia intorno al lago che comporterebbe un aumento di arsenico nell’acquifero e l’aumento del rischio sismico.

Sono quindi iniziati gli interventi dei presenti che hanno mostrato la volontà di partecipare e sostenere le iniziative di tutela del lago. Gli italiani possono farlo associandosi alle suddette associazioni, mentre per gli stranieri sono state esaminate delle proposte diverse che vanno dalla costituzione di una associazione propria o l’inserimento nelle associazioni italiane esistenti o altre forme d’intervento.

La manifestazione si è conclusa con la compilazione di un modulo sul quale si sono registrati i presenti interessati ad intervenire attivamente. La Signora Carolin Kugler si è assunta il compito di redigere un elenco di “Stranieri Pro Lago” che include sia quelli registrati durante l’incontro sia di altri che desiderano inserirsi successivamente comunicando all’indirizzo carolin@ferienhaus-am-bolsenasee.com il proprio nominativo, l’indirizzo e-mail, il telefono, il comune attorno al lago a cui fanno riferimento e la nazionalità. L’elenco rimarrà aperto due settimane e quindi è importante il passaparola per avere la massima partecipazione. Nel corso della prima metà di Settembre verrà convocato dai promotori un incontro degli “Stranieri Pro Lago” per esaminare e decidere concretamente le modalità dell’intervento. Chi desidera informazioni aggiuntive può consultare:

www.bolsenaforum.net

http://laporticella.jimdo.com/links/links-ambiente-lago/  http://osservatoriodellagodibolsena.blogspot.it/

 

 

                                                                                                          Piero Bruni